Articolo su Nicotera in Calabria, nota localitá turistica vicino a Capo Vaticano, situata in Calabria sulla costa tirrenica calabrese.

  Logo di Tropea.biz Tropea .biz
Calabria e Isole Eolie

Nicotera in Calabria.

www.tropea.biz

Home | Itinerari | Vacanze | Eventi | Foto e Video | Mappe e Meteo
  Sei in Tropea .biz > Vacanze in Calabria > Vacanze a Nicotera > Articolo su Nicotera
 
spiaggia di Nicotera
Centro storico di Nicotera

Nicotera nella Costa degli Dei in Calabria


a cura di
Salvatore Tripaldi web master del sito tropea.biz

Da non perdere:
Foto di Nicotera - Itinerari a Nicotera - Comune di Nicotera

Altri articoli:
Tropea Calabria - Capo Vaticano
 
Clicca sulle foto!!
Marina di Nicotera
Nicotera Marina
Centro storico di NicoteraNicotera

Nicotera Marina
Spiaggia di Nicotera Marina.
Spiaggia di Nicotera Marina
Spiaggia di Nicotera in calabria.
Stromboli
Stromboli

Nicotera č un'affascinante cittadina calabrese arroccata su un colle a ridosso del litorale tirrenico calabrese, proprio di fronte alle Isole Eolie e alla Sicilia meridionale. E' la cittā delle sette porte e dei venti mulini, delle chiese e dei conventi, terra di studi e di cultura, dal passato ricco di avvenimenti, vissuto tra alterne vicende di splendori e rovine.
Erede di una metropoli della Magna Grecia, Medma, che sorgeva nella pianura sottostante tra il fiume Mesima e l'attuale Marina di Nicotera, la quale era l'emporion ( il porto ) della colonia Greca, ruolo che conservō anche in etā romana. Nella cittā, le limpide e fresche acque delle fontane alimentavano i venti antichi mulini idraulici del XVII secolo ( posti su un unico asse che sfruttavano lo stesso filone d'acqua ad orario concordato).
Ogni mulino rappresentava il centro del potere ed era il simbolo di dominio dei Signori e dei Conventi.
Qui si celebrava una fiera famosissima dove si commerciavano la seta, il cotone e i prodotti come il grano, l'olio e il vino provenienti dalle fertili terre circostanti. 

Nicotera, la città meta insostituibile di studiosi e viaggiatori di ogni dove che così la descrissero nei loro appunti di viaggio: Il sito è arroccato su un costone da dove domina, scrivono L. e C. Fouschier nel 1910 " il suo porto ove si cullano le barche da pesca. In lontananza la Sicilia e l' Etna appariscono come una sfumatura nella nebbia".
Dall'alto del sito, "magico e romantico", come lo definì l'archeologo danese Malte Brun, si apre un immenso orizzonte con un mare limpido e azzurro.
Siamo in quei luoghi che F. Leonormat definì "contea ricca di meravigliosi spettacoli della natura", una bellezza che ispirò il Pacichelli ad affermare che questa città "fermi i confini dell'Italia a fronte della Sicilia".

Un sito ammaliante che Duret De Travel definì "borgo....che offre dappertutto uno stupendo panorama. A tramonto, scorsi dal mio alloggio in lontananza le Isole Lipari e sul fare della notte la cima fiammeggiante dello Stromboli venne ad accrescere l'incanto di questo grande spettacolo".  Molti popoli e culture si sono fermati a Nicotera, data la sua posizione strategica che domina tutta la costa meridionale della Calabria a ridosso dello Stretto di Messina, e nelle giornate nitide anche la costa siciliana fino a Capo d'Orlando con le Isole Eolie all'orizzonte dove mare e cielo si fondono.
Molti monumenti (reperti) testimoniano la permanenza di questi popoli soprattutto da parte dei Greci, Bizantini e Normanni.

Da visitare il centro storico attraverso gli stretti vicoli che si diramano per tutto il costone, ricco di vecchi palazzi nobiliari ed ecclesiastici, ognuno con enormi portali all'ingresso, realizzati dagli scalpellini nicoteresi, molto esperti nel lavorare la pietra granitica. Sempre nel centro storico è possibile visitare il Castello edificato nel 1065 dal Gran Conte Ruggero il Normanno, ricostruito più volte, oggi all'interno è ubicato il museo archeologico. Si narra che l'interno del Castello di Nicotera fosse collegato, attraverso dei passaggi segreti sotterranei, con la sottostante Marina di Nicotera.
Alcuni prigionieri avendo scoperto l'esistenza di questi cunicoli, per verificare la percorribilità, per poi poter fuggire dal castello, lanciarono, all'interno di essi, alcuni "miluni" ( angurie ) che, rotolando, arrivarono fin giù alla Marina.

Un'altro museo molto importante è quello Diocesano di Arte Sacra, posto nelle vicinanze della cattedrale Normanna considerata tra le più antiche della cattolicità. All'interno è possibile ammirare il Crocifisso ligneo rinascimentale, bersagliato dai proiettili dei Turchi nell'incursione del 1638, e altri capolavori di abili artisti.
Di grande pregio ed interesse è anche l'Archivio Storico Vescovile e la Biblioteca Diocesana con volumi a partire dal 1500. 

Articolo di Salvatore Tripaldi
Capo Vaticano
CAPO VATICANO
Calette
Calette
Fondali
Fondali di Capo Vaticano

La Costa di Capo Vaticano

Tropea .biz © 2001 2013 Open space: Largo Barone, Tropea (VV) - Sede: Via Provinciale x Tropea, Capo Vaticano di Ricadi

 Home - Itinerari ed escursioni - Vacanze Mare Italia - Eventi - Foto e Video - Mappe Calabria