La Costa degli Dei e l'entroterra del Monte Poro - Serre

La costa degli Dei, è questo il nome con cui è stato battezzato il tratto di costa calabrese del Tirreno meridionale, ricadente interamente nella provincia di Vibo Valentia.

La Costa degli Dei

Mappa della Costa degli Dei

La Costa degli Dei e l'entroterra

Questa meravigliosa parte del litorale, che delimita il cosiddetto corno di Calabria, è famosa per il susseguirsi di calette, baie e scogliere, bianche spiagge e mare cristallino. Le località balneari della Costa degli Dei sono Pìzzo Càlabro, Briàtico, Zambròne, Parghèlia, Tropèa, Capo Vaticano e Nicòtera.

La costa degli Dei, caratterizzata a tratti da rigogliosa vegetazione è suggestiva dal punto di vista paesaggistico, e da un entroterra collinare e montano ancora da valorizzare.
Lungo il litorale della Costa degli Dei si presenta uno spettacolo unico per il suo genere, unico perché si trovano tutte le tipologie di coste presenti in Italia. Il tratto costiero di Nicotera, e tra Pizzo Calabro sino a Briatico, è caratterizzato da una spiaggia sabbiosa che, inizialmente larga e raccordata alle pianure circostanti, va restringendosi alla base delle colline le quali, procedendo verso Sud sono prossime al mare. Da Briatico a Capo Vaticano - Joppolo la costa è alta, un susseguirsi di baie sabbiose intervallate da costoni rocciosi, e da Capo Vaticano a Nicotera Marina è caratterizzata da fondali alti fino a breve distanza da terra. I caratteri morfologici della fascia costiera evidenziano un’ampia costa sabbiosa – ciottolosa, selvaggia e frastagliata, frequentemente difesa dalle propaggini urbanizzate, da aree verdi boschive (generalmente formate da eucalipti e pini marittimi o da estese fasce di macchie mediterranee).

 

Video della Costa degli Dei

 

Elevato risulta il livello di risorse naturali costiere (Grotticelle, Formicoli, Marinella, Grotte del Cavaliere, Belvedere, Baia di S.Irene, scoglio della Galea, scoglio Mantineo, relitto a largo di Riaci, la scogliera tra Joppolo e Nicotera, Grotte delle Fate a Briatico) collinari e montane (Angitola, Mesima Parchi Regionali: Parco Naturale delle Serre - Riserve Naturali Statali: Cropani - Micone e Marchesale - Zone umide: Bacino dell'Angitola, Riserva Marina della Costa Bella tra Capo Vaticano e Pizzo Calabro) inserite nella rete europea Natura 2000 (Lago dell’Angitola, Fiumara di Brattirò, Vallone Ruffa, Zona Costiera fra Briatico e Nicotera, Fondali di Pizzo Calabro, Fondali di Capo Vaticano, Fondali Capo Cozzo-S.Irene, Bosco Santa Maria, Marchesale, Lacina). Il litorale è estremamente vario, sabbioso in alcuni tratti, con ampi arenili, roccioso in altri punti.

Al tratto di costa a tratti ancora incontaminata, con aree ad alto valore naturalistico e ambientale si aggiunge un’elevata qualità ambientale e paesaggistica e da risorse culturali, riferite alla storia e alle tradizioni dell'immediato entroterra, all’archeologia e all’arte. Nell’area è rilevante il patrimonio artistico (chiese, palazzi, castelli, torri di guardia, centri storici), quello archeologico (Area Archeologica Punta Safò – Briatico; Area Archeologica A.Grotticelli – Ricadi; Resti di civiltà romana-Vibo Valentia; Reperti d’epoca romana-Nicotera; Necropoli di S.Faustino- Nicotera; Necropoli ed incenerazione di tipo protovillanoviani – Torre Galli - Tropea, insediamento rupestre a Zungri). Il patrimonio rurale ossia l’insieme delle usanze e delle tradizioni delle popolazioni contadine, ancora profondamente radicate nel territorio, la presenza di prodotti di nicchia derivanti dall’artigianato tradizionale artistico e dalla trasformazione di prodotti tipici dell’agricoltura (‘Nduja di Spilinga, il pecorino del Monteporo, la cipolla rossa di Tropea, il pane Buccellato delle Serre, la Spianata, etc) e il patrimonio eno-gastronomico.

Foto della Costa degli Dei

  • 27744986_10215797268354530_1041650078_o
  • Tropea
  • Itinerari a Capo Vaticano
  • centro-storico-tropea
  • Spiaggia di Riaci - Tropea

[rev_slider Test]

×
X