fbpx

Marzo, 2024

Questo è un evento ricorrente

31mar01aprFeaturedFesta Patronale e la Cicerata di MaidaLa Cicerata di Maida Tag Eventociciarata,maida,sagra,san francesco di paola

La Cicerata di Maida

Dettagli

DEttagli Evento

31 marzo: la Processione e la preparazione della Cicerata


Un rito che si rinnova da secoli, dal 1470, e che coinvolge l’intera popolazione di Maida, in provincia di Catanzaro, attraverso un suggestivo percorso religioso e spirituale.
La festa inizia la sera del 31 marzo 2023 e alle ore 21,00 con una processione che porta la statua di San Francesco di Paola (il santo calabrese) che viene accompagnata, dai fedeli in processione, da Santa Maria Cattolica alla chiesetta di Gesù e Maria, adiacente il Convento dei Minimi, fondato proprio da San Francesco. Un suggestivo percorso di circa 3 chilometri che si conclude con la celebrazione della Santa Messa.

A mezzanotte in punto, mentre vengono suonate le campane e sparati i fuochi d’artificio, i cucinieri accendono il fuoco sotto le caldaie con i ceci, da distribuire con la pasta il giorno seguente a pranzo.


1 Aprile: la Santa Messa e la Cicerata


L’indomani (il 1 aprile), dopo la celebrazione della messa solenne, prevista alle ore 11 in onore del Santo patrono San Francesco di Paola, alle ore 12 circa viene “calata” la pasta nelle altre caldaie, poi avviene la benedizione della pasta e ceci che ancora oggi viene offerta gratuitamente alla popolazione e ai viaggiatori, in quella che è diventata la più antica delle tradizioni popolari locali della Calabria, la “cicerata” (detta anche cicierata o ciciarata), l’offerta votiva di ceci e pasta, cucinate sotto le volte del Convento, accanto alla Chiesa, in memoria della pratica dei frati francescani di offrire cibo ai poveri che bussavano al convento.
Dopo secoli, il pasto viene ancora distribuito gratuitamente alla popolazione presente e consumato in compagnia.

La consumazione del pasto benedetto in genere avviene immersi nella natura, con banchi e tavole, in mezzo agli ulivi secolari, attorno all’antico Convento insieme ad amici e parenti, emigrati maidesi proveniente da tutto il mondo, e semplici viaggiatori.
E’ il trionfo del cibo sacro, benedetto, accompagnato da vino locale e altri prodotti tipici, portati dai Maidesi, (salami, formaggio, olive, sott’oli) e l’olio extravergine di oliva per il condimento, dato che Maida è un centro famoso, peraltro, per i suoi oliveti secolari e per l’eccellente olio prodotto.

💡 Curiosità: il pasto è gratuito, ma è necessario dotarsi già alla partenza di contenitori, casseruole, piatti e forchette per ricevere la pietanza e consumarla seduti su di una zolla di terra, su di una pietra,un gradino, una panca, ma sicuramente in compagnia.
Ad ammollare e a preparare i ceci sono le donne, a cucinare sono uomini e giovani che, di solito, ereditano, con orgoglio e piacere, questa mansione.

Inoltre, è talmente forte l’attaccamento dei maidesi per la cicerata che degli emigrati in USA e in Svizzera hanno voluto mantenerla e rinnovarla anche lontano dai confini italiani.
Ciò avviene in particolare nella cittadina americana di Ambler in Pennsylvania (dal 1934), e in Svizzera nella città di Muttenz, dove esistono importanti comunità di maidesi che hanno costituito dei comitati locali per la cicierata.

Vale la pena assistere e partecipare a questo rito.

Tempo

Marzo 31 (Domenica) 21:00 - Aprile 1 (Lunedi) 17:00

Località

Ciciarata

Via S. Francesco di Paola, 88025 Maida CZ

Organizzatore

Comitato Festa Maida